ARABA FENICE-ECON.DIGITALE PROVA FATTI

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


L'avvento della rete in tutte le sue configurazioni (Intranet, Extranet e Internet) è stato salutato da molti come un evento rivoluzionario di portata straordinaria, in grado di modificare radicalmente il nostro modo di vivere, il funzionamento di imprese e di banche e il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione. Anche la Borsa aveva avallato questa ipotesi, mostrando per le imprese più esposte nella produzione o nell'utilizzo delle nuove tecnologie valutazioni giustificabili solo se in seguito si fossero concretizzate le aspettative previste. A distanza di pochi anni la situazione è radicalmente cambiata: il crollo di Borsa, la pesantezza della situazione economica e l'insuccesso di alcuni esempi di eBusiness hanno diffuso una forte sfiducia nei confronti delle nuove tecnologie. Tuttavia, a dispetto di questo pessimismo, ci sono ancora enti e organizzazioni che continuano a credere nella possibilità di migliorare la propria organizzazione grazie al potenziale delle nuove tecnologie e a lavorare in tale direzione.Scopo del volume è proprio quello di effettuare una ricognizione di queste realtà, italiane e internazionali, per verificare lo stato di avanzamento dei lavori e i risultati positivi raggiunti. Dalla ricerca sul campo emerge che le nuove tecnologie possono davvero cambiare radicalmente la gestione di alcune attività, e che i veri vantaggi scaturiscono quando all'interno delle organizzazioni si comprende chiaramente che cosa esse possono fare e si riorganizzano i processi aziendali per sfruttare appieno tali possibilità.Alfredo Biffi è professore di Sistemi informativi d'impresa presso l'Università Bocconi di Milano e di Organizzazione dei Sistemi informativi aziendali presso l'Università degli Studi di Pavia, inoltre è docente dell'Area Sistemi informativi della SDA Bocconi. Per Etas ha pubblicato di recente Processi e progetti di sistemi informativi (2002).Claudio Dematté è professore ordinario all'Università Bocconi di Milano, dove insegna Strategia Aziendale e Strategie di Internazionalizzazione. È stato Presidente della RAI dal 1993 al 1994 e delle Ferrovie dello Stato dal 1998 al 2001. È Direttore editoriale della rivista Economia Management.

L'avvento della rete in tutte le sue configurazioni (Intranet, Extranet e Internet) è stato salutato da molti come un evento rivoluzionario di portata straordinaria, in grado di modificare radicalmente il nostro modo di vivere, il funzionamento di imprese e di banche e il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione. Anche la Borsa aveva avallato questa ipotesi, mostrando per le imprese più esposte nella produzione o nell'utilizzo delle nuove tecnologie valutazioni giustificabili solo se in seguito si fossero concretizzate le aspettative previste. A distanza di pochi anni la situazione è radicalmente cambiata: il crollo di Borsa, la pesantezza della situazione economica e l'insuccesso di alcuni esempi di eBusiness hanno diffuso una forte sfiducia nei confronti delle nuove tecnologie. Tuttavia, a dispetto di questo pessimismo, ci sono ancora enti e organizzazioni che continuano a credere nella possibilità di migliorare la propria organizzazione grazie al potenziale delle nuove tecnologie e a lavorare in tale direzione.Scopo del volume è proprio quello di effettuare una ricognizione di queste realtà, italiane e internazionali, per verificare lo stato di avanzamento dei lavori e i risultati positivi raggiunti. Dalla ricerca sul campo emerge che le nuove tecnologie possono davvero cambiare radicalmente la gestione di alcune attività, e che i veri vantaggi scaturiscono quando all'interno delle organizzazioni si comprende chiaramente che cosa esse possono fare e si riorganizzano i processi aziendali per sfruttare appieno tali possibilità.Alfredo Biffi è professore di Sistemi informativi d'impresa presso l'Università Bocconi di Milano e di Organizzazione dei Sistemi informativi aziendali presso l'Università degli Studi di Pavia, inoltre è docente dell'Area Sistemi informativi della SDA Bocconi. Per Etas ha pubblicato di recente Processi e progetti di sistemi informativi (2002).Claudio Dematté è professore ordinario all'Università Bocconi di Milano, dove insegna Strategia Aziendale e Strategie di Internazionalizzazione. È stato Presidente della RAI dal 1993 al 1994 e delle Ferrovie dello Stato dal 1998 al 2001. È Direttore editoriale della rivista Economia Management.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli Etas
    • Collana: MANAGEMENT
    • Prezzo: 37.50 €
    • Pagine: 528
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845312144

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...