Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Economia della celebrità

Carlo Strenger

Rizzoli ETAS

Il mantra del libero mercato è diventato una guida universale, e la convinzione che tutto debba essere quantificabile si è estesa anche agli esseri umani. Così siamo diventati dipendenti dal nostro ?rating? personale nella scala della notorietà globale. Quanti amici hai su Facebook? Quante volte sei citato su Google? E chi è il più ricco del mondo? E la donna più sexy? E il personaggio più popolare? Queste domande appartengono ormai alla vita quotidiana, in cui il culto della celebrità (e la paura di essere irrilevanti) ha preso il posto dei valori del passato; per questo ogni giorno sgomitiamo nel ?mercato borsistico? dell?Io, con la sensazione di dover competere contro tutti e di aver perso in partenza. Ma vincere la paura dell?irrilevanza si può: tenendosi alla larga dalle illusioni e guardando la vita in un modo che metta in rilievo la nostra coerenza. Questo atteggiamento, che Strenger definisce ?autoaccettazione attiva?, consente di dare un nuovo senso profondo alla nostra esistenza e alla società in cui viviamo, superando lo stress per il confronto con gli altri. Un libro interdisciplinare ? dall?economia alla psicologia, dalla filosofia alla sociologia ? che, con esempi spiazzanti (dal business al cinema, dalla religione alla letteratura, dai reality televisivi alla pittura), interviene su temi che riguardano il pianeta e la vita di ognuno. L'autore:Carlo Strenger è uno dei più importanti psicologi, editorialisti e commentatori israeliani. Insegna all?Università di Tel Aviv dove presiede il Clinical Graduate Program del Dipartimento di Psicologia. È autore di sette libri e scrive per il Guardian, Die Welt, New York Times, l?israeliano Haaretz e Harvard Business Review. Di lui hanno parlato il Wall Street Journal, il Washington Post, Time Magazine e, in Italia, Il Venerdì di Repubblica.