Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

La regola del Padrino

Louis Ferrante

Rizzoli ETAS
Copertina di: La regola del Padrino

La mafia è famosa per le sue pratiche crudeli e immorali, ma i mafiosi di maggior successo sono sempre stati astuti uomini d?affari. D?altra parte, molti nel business si comportano peggio dei delinquenti. È questo il punto di partenza di Louis Ferrante, ex ?picciotto? della famiglia italoamericana dei Gambino, che distilla nel libro gli insegnamenti (positivi) appresi durante la sua carriera criminale ? dalla fiducia alla lealtà, alla responsabilità del capo, all?impegno e ai valori ?, illustrandoli con aneddoti di vita vissuta che sembrano usciti dal Padrino di Francis Ford Coppola o da Quei bravi ragazzi di Scorsese. Il testo ? suddiviso in lezioni per il soldato/impiegato, per il capo/manager intermedio e per il Don, il boss aziendale ? descrive con umorismo ed efficacia 88 strategie utili per sopravvivere nel mondo delle imprese, tra cui: " Fattelo tu il caffè!: rispettare la catena di comando senza comportarsi da schiavi. " Anche i muri hanno orecchie: mai parlar male del capo. " Non dividetevi a metà: una decisione sbagliata è sempre meglio che non decidere. " Come seppellire l?ascia di guerra senza piantarla nella testa di qualcuno. " Trasformare l?immondizia in oro: fiutare l?opportunità. " Non fate trapelare le vostre intenzioni: quando è meglio rimanere in silenzio. Un libro ricco di consigli che funzionano perché, come dice l?autore, ?non c?è sempre bisogno di sparare per raggiungere l?obiettivo?. L?autore: Louis Ferrante, ex componente della famiglia mafiosa dei Gambino, è stato condannato a 12 anni e sei mesi di prigione dopo essersi rifiutato di fare i nomi di alcuni compagni di malavita. Rilasciato dopo 8 anni e mezzo ? durante i quali ha cominciato a leggere e studiare voracemente ? nel 2009 ha pubblicato con successo la sua autobiografia. Attualmente è un noto speaker motivazionale e scrittore, e appare di frequente in televisione su canali come Fox News e BBC.