Rizzoli Libri

Icona Login Accedi

Le nuove frontiere della cultura d’impresa

Marco Minghetti Fabiana (a cura di) Cutrano

Rizzoli ETAS
Copertina di: Le nuove frontiere della cultura d’impresa

Leggi subito "Il manager vuole storie", dal supplemento TuttoLibritempolibero (La Stampa, 14 maggio 2005)._________Un fantasma si aggira nel mondo aziendale: lo humanistic management. Un modo di fare impresa nuovo rispetto ai canoni tradizionali dello scientific management, non più adatti a offrire letture convincenti e strumenti operativi efficaci per la conduzione delle "mutanti" organizzazioni di oggi.Appare perciò necessario produrre una visione alternativa di che cosa è il management. Quello che serve, più che un nuovo paradigma, è un nuovo tipo di discorso, adeguato al continuo scorrere dell'azienda. Un discorso che ci parli di come si coglie l'emergere del nuovo, di come si impara a imparare, di come si è determinati dal mondo a cui apparteniamo e, allo stesso tempo, di come il mondo è (anche) frutto del nostro contributo.Autorevoli personalità del mondo del management e della cultura italiani provano qui a elaborare questa visione alternativa, in un "Manifesto dello humanistic management" fondato sulla grande tradizione dell'umanesimo europeo e aperto all'apporto di ambiti che l'impresa ha spesso considerato a sé estranei - la filosofia, la letteratura, il cinema, il teatro -, ma anche di strumenti innovativi come il networking multimediale, la business television, l'edutainment.Si traccia così il possibile percorso di un management che non teme di utilizzare tutte le risorse messe in campo dalle nuove ICT, ma per il quale la poesia, l'arte, la filosofia si traducono in catalizzatori capaci di favorire l'integrazione organizzativa, di sviluppare nuove modalità di gestione del personale, di innovare la cultura d'impresa.Un compito che può essere assolto grazie a un approccio incentrato sulla contaminazione, sulla diversità, sulla metadisciplinarità. Un umanesimo in cui si incontrano Dioniso e Apollo, il professionista e il manager, il tecnologo e il romanziere, tutti parte di una stessa molteplice unità.

Libri Correlati

vedi tutti