Le relazioni non pericolose

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Le relazioni sono il cuore del mondo umano, un cuore pulsante, a volte gioioso, a volte affannato, a volte tortuoso. Attraverso le relazioni possiamo coltivare amicizie, costruire un progetto affettivo speciale, ottenere o cambiare lavoro. Proprio le relazioni interpersonali sono al centro di questo libro, analizzate con occhio razionale, senza per questo voler loro togliere l?elemento dell?evoluzione dinamica. La lente di ingrandimento con cui tale analisi viene condotta è il Modello delle ?4 Zone d?Azione?, uno strumento che permette di inquadrare i fattori fondamentali attraverso i quali i rapporti si sviluppano. Ogni relazione infatti può essere descritta in base alle coordinate che ne definiscono la posizione, appunto, relazionale nei confronti dell?interlocutore: il grado di ?controllo? che intendiamo esercitare nel rapporto medesimo e il grado di ?apertura? verso l?altro. Individuare in quale ?quadrante? ogni relazione si collochi o verso quale direzione evolva è il primo passo per elaborare tecniche comportamentali in grado di migliorare i rapporti interpersonali nelle tre grandi aree in cui si distribuiscono (affettiva, sociale, professionale), specialmente quando le relazioni abbiano rilevanza e significato nella nostra vita e per le nostre scelte. Il modello proposto non può evidentemente esaurire la ricchezza delle sfumature psicologiche che contraddistinguono le differenti personalità e i differenti rapporti, ma offre una bussola essenziale per orientare le nostre azioni e reazioni verso gli altri e valorizzare il nostro intuito e le nostre inclinazioni individuali.

Le relazioni sono il cuore del mondo umano, un cuore pulsante, a volte gioioso, a volte affannato, a volte tortuoso. Attraverso le relazioni possiamo coltivare amicizie, costruire un progetto affettivo speciale, ottenere o cambiare lavoro. Proprio le relazioni interpersonali sono al centro di questo libro, analizzate con occhio razionale, senza per questo voler loro togliere l?elemento dell?evoluzione dinamica. La lente di ingrandimento con cui tale analisi viene condotta è il Modello delle ?4 Zone d?Azione?, uno strumento che permette di inquadrare i fattori fondamentali attraverso i quali i rapporti si sviluppano. Ogni relazione infatti può essere descritta in base alle coordinate che ne definiscono la posizione, appunto, relazionale nei confronti dell?interlocutore: il grado di ?controllo? che intendiamo esercitare nel rapporto medesimo e il grado di ?apertura? verso l?altro. Individuare in quale ?quadrante? ogni relazione si collochi o verso quale direzione evolva è il primo passo per elaborare tecniche comportamentali in grado di migliorare i rapporti interpersonali nelle tre grandi aree in cui si distribuiscono (affettiva, sociale, professionale), specialmente quando le relazioni abbiano rilevanza e significato nella nostra vita e per le nostre scelte. Il modello proposto non può evidentemente esaurire la ricchezza delle sfumature psicologiche che contraddistinguono le differenti personalità e i differenti rapporti, ma offre una bussola essenziale per orientare le nostre azioni e reazioni verso gli altri e valorizzare il nostro intuito e le nostre inclinazioni individuali.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli Etas
    • Collana: ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE
    • Prezzo: 13.00 €
    • Pagine: 144
    • Formato libro: 0 x 0
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845313073

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...