Petrolio e dopo?

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ...


Per tutto il XX secolo gli allarmi sulla fine del petrolio sono stati lanciati con cadenza regolare: già negli anni ?50 e poi negli anni ?70 numerose voci si sono levate a sostenere che la fine era vicina. Negli ultimi tempi il tema è ritornato di attualità, polarizzando le opinioni su due fronti: da una parte coloro che prevedono un rapido esaurimento del petrolio ? e quindi la necessità di iniziare da subito a sostituirlo con fonti energetiche rinnovabili ? e dall?altra coloro che ritengono che ci sia ancora tempo e che la transizione alle altre fonti sarà lenta e progressiva. L?autore, esperto del settore e autorevole editorialista scientifico, è un convinto sostenitore di questa seconda tesi. Armato di dati tratti dalla letteratura scientifica e aggiornati sino ai recentissimi sviluppi mondiali del settore petrolifero, affronta e demolisce le tesi ?catastrofiste?: grazie alle nuove tecnologie di estrazione ? che rendono possibile lo sfruttamento dei giacimenti più difficili da raggiungere ? di petrolio ce n?é e ce ne sarà ancora per tutto il XXI secolo e per una buona parte del XXII. Nel frattempo esso sarà sostituito progressivamente dal gas naturale prima ancora che dalle fonti energetiche rinnovabili. Scritto con uno stile avvincente, non privo di qualche ?bacchettata? nei confronti degli avversari e sostenuto da una lucida visione delle dinamiche economiche che condizionano il settore petrolifero, introduce una voce fuori dal coro in un dibattito destinato a destare un interesse sempre maggiore, perché discutere di fonti energetiche significa discutere del futuro dell?umanità.

Per tutto il XX secolo gli allarmi sulla fine del petrolio sono stati lanciati con cadenza regolare: già negli anni ?50 e poi negli anni ?70 numerose voci si sono levate a sostenere che la fine era vicina. Negli ultimi tempi il tema è ritornato di attualità, polarizzando le opinioni su due fronti: da una parte coloro che prevedono un rapido esaurimento del petrolio ? e quindi la necessità di iniziare da subito a sostituirlo con fonti energetiche rinnovabili ? e dall?altra coloro che ritengono che ci sia ancora tempo e che la transizione alle altre fonti sarà lenta e progressiva. L?autore, esperto del settore e autorevole editorialista scientifico, è un convinto sostenitore di questa seconda tesi. Armato di dati tratti dalla letteratura scientifica e aggiornati sino ai recentissimi sviluppi mondiali del settore petrolifero, affronta e demolisce le tesi ?catastrofiste?: grazie alle nuove tecnologie di estrazione ? che rendono possibile lo sfruttamento dei giacimenti più difficili da raggiungere ? di petrolio ce n?é e ce ne sarà ancora per tutto il XXI secolo e per una buona parte del XXII. Nel frattempo esso sarà sostituito progressivamente dal gas naturale prima ancora che dalle fonti energetiche rinnovabili. Scritto con uno stile avvincente, non privo di qualche ?bacchettata? nei confronti degli avversari e sostenuto da una lucida visione delle dinamiche economiche che condizionano il settore petrolifero, introduce una voce fuori dal coro in un dibattito destinato a destare un interesse sempre maggiore, perché discutere di fonti energetiche significa discutere del futuro dell?umanità.

Commenti

Caratteristiche


    • Marchio: Rizzoli Etas
    • Collana: ECONOMIA E STORIA ECONOMICA
    • Prezzo: 15.00 €
    • Pagine: 208
    • Formato libro: 0 x 0
    • Data di uscita:
    • ISBN carta: 9788845313622

Loading...
corner-top

Dai una tua valutazione

Ti fa sentire:

Condividi su Facebook la tua valutazione

Questo libro mi fa sentire

Lo voglio leggere

Il caso di Harry Quebert

Joel Dicker



Loading...